Colpisci il tuo cuore

Una storia crudele, senza risparmio di “colpi”. Una storia di disamore, egoismo, narcisismo, invidia, gelosia. La storia di Marie, una madre che non sa amare, che invidia la bellezza della piccola Diane che, da quando è nata, le ruba la scena. La storia di Diane, perdutamente innamorata di una madre disamorata. Una miscela avvelenata che, in poco più di cento pagine, intossica l’esistenza di Diane, da bambina ad adolescente a giovane studiosa, e la spinge verso legami distruttivi, non meno di quello con la madre. Fino al colpo di scena finale.
La brevità è un valore, ma il romanzo della Nothomb sembra risentire di una stesura affrettata e schematica: si ha l’impressione che alcuni aspetti risentano di un mancato sviluppo, in una corsa verso un finale che riesce più a dimostrare che a emozionare.
Il libro non manca, però, di pregi e aspetti interessanti: la psicologia di Marie è indagata in ogni terrificante piega, e quella di Diane è rappresentata a partire dalla sua prima infanzia, ed espressa attraverso un monologo interiore raffinato, profondo, e tanto più sorprendente se riferito a una bambina di pochissimi anni. La scrittura è agile, curata, priva di orpelli, in perfetto equilibrio tra passi dialogici, narrativi e riflessivi; capace di accompagnare il lettore fino in fondo alla storia e fino al fondo oscuro dell’animo umano.

Autore: Amèlie Nothomb
Casa editrice: Voland

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...