Breve storia del mio silenzio

Premio Strega 2020
Semifinalista

Da bambino, il protagonista del romanzo, alla nascita della sorella, smette di parlare. Questo evento segna il suo complicato rapporto con la parola che, anche una volta recuperata, rimane un bene sfuggente. Ambientato nella prima parte in Basilicata, terra di origine dell’autore protagonista, e nella seconda a Milano, patria culturale di elezione,
il romanzo racconta dei genitori maestri, impegnati nella promozione sociale e culturale della propria terra e legati a personaggi della cultura che attraversano e riempiono le pagine, infarcite delle citazioni dalle loro opere. Trasferitosi a Milano, gli anni degli studi universitari sono occasione di nuovi incontri con poeti scrittori intellettuali. La stessa geografia della città è mediata attraverso pagine della letteratura. Troppo? Decisamente. La lingua è preziosa, raffinata, complessa, ricca di paragoni e metafore. Troppo? Decisamente.

Autore: Giuseppe Lupo
Casa editrice: Marsilio

Voto: cinque

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...